Il 1° gennaio del 2020 entrerà in vigore la nuova legge californiana sulla privacy e la protezione dei consumatori. L’acronimo della norma è CCPA, che sta per California Consumer Privacy Act. Secondo molti commentatori, questa legge può essere considerata grossomodo l’equivalente californiano del GDPR.

Per prima cosa, la norma è simile al GDPR perché prevede un ambito territoriale decisamente esteso e in alcuni casi dovrà anche essere rispettata al di fuori dai confini della California (un po’ come il Regolamento UE si applica anche a molti soggetti extra-UE). Oltre alle aziende californiane, dovranno infatti rispettare le disposizioni del CCPA anche le imprese di altri Stati – americani e non – che svolgono attività commerciale in California e allo stesso tempo rientrano in una delle seguenti casistiche:

  • Hanno un fatturato superiore ai 25 milioni di dollari;
  • Possiedono i dati personali di oltre 50.000 o più cittadini, famiglie o contenuti su oltre 50.000 dispositivi;
  • Almeno il 50% del loro fatturato deriva dalla vendita di dati personali.

Di conseguenza, le imprese italiane che possiedono una filiale in California o che offrono servizi online (es. e-commerce o app) a cittadini californiani dovranno essere pronte, entro la fine dell’anno, ad adeguarsi alla normativa.

Oltre all’ambito territoriale esteso, la legge californiana ha altri punti di contatto con il GDPR poiché introduce diversi diritti per i cittadini (come ad esempio il diritto all’accesso ai dati), regola la gestione dei “data breach” e incoraggia una maggiore trasparenza nel trattamento dei dati personali.

Quelle sopraelencate sono però solo alcune delle disposizioni introdotte dal CCPA. Tratteremo diffusamente dell’argomento nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, dandovi maggiori dettagli sulla legge e condividendo sul nostro sito alcune risorse utili.

In ogni caso, se vi occorre un check gratuito per sapere se la vostra azienda deve adeguarsi al CCPA o se necessitate di maggiori informazioni su questa legge, scriveteci una mail a protection@argobs.com

Shares
Share This