Le Olimpiadi del 2026 sono state appena assegnate alla coppia Milano-Cortina e questo è senz’altro motivo di grande orgoglio per il nostro Paese. Ci si augura soprattutto che l’evento sportivo possa rimettere in moto la macchina degli investimenti e dare fiato al PIL italiano.

Oltre alle infrastrutture e agli impianti sportivi, però, parte del budget dell’evento dovrà essere sicuramente assegnato alla compliance legale del Comitato Olimpico. A seguito di una verifica compiuta dalla nostra società, è infatti emerso come il sito del Comitato Promotore delle Olimpiadi “https://milanocortina2026.coni.itnon sia conforme al GDPR, il Regolamento UE in materia di privacy e protezione dei dati personali.

In particolare, appaiono evidenti alcune grosse carenze:

  • Assenza di Privacy Policy;
  • Assenza di Cookie Policy;
  • Assenza del banner per l’accettazione dei Cookie (es. cookie di Google Analytics).

Monitoreremo il sito web nei prossimi giorni, augurandoci che il Comitato intervenga prontamente.